07-08 giugno - TEATRO KEIROS

Vai ai contenuti

Menu principale:

07-08 giugno

PROSSIMAMENTE > info in dettaglio

07- 08 Giugno ore 21

Ludovica Valeri
curriculum

Stella
Di Segni
curriculum

In alto, Pierre (Parigi 1859 –1906)
e Marie Curie
(Varsavia 1867 – Passy 1934)  
accanto, Lise Meitner
(Vienna 1878 – Cambridge 1968)

Julia Lermontova
(S. Pietroburgo 1846 - Mosca 1919)

Ida Noddack
(Wesel 1896 – Bad Neuenahr-Ahrweiler 1978)


Apparecchiami la Tavola

Donne scienziate e la Tavola di Mendeleev




Note di regia



Nel 2019 la tavola di Mendeleev compie 150 anni.

Nel 2019 le donne in Italia, e in molte parti del mondo, vivono ancora in una cultura fortemente ostile che non prevede veramente che esse possano realizzare la loro identità umana, professionale, artistica, sociale, tanto quanto gli uomini.

Questi sono i reagenti: il prodotto è uno spettacolo ironico, sferzante e dalle grandi ambizioni.

Attraverso il racconto delle storie di quelle donne scienziate che alla tavola di Mendeleev hanno contribuito nel tempo, intessendo con i loro colleghi rapporti di profonda amicizia o grande amore, vogliamo festeggiare una delle più grandi scoperte della ricerca e della scienza. E allo stesso tempo farci una serie di domande: analizzando i risultati, interpretando i dati, proponendo riflessioni.

Perché le donne sono state escluse dalla conoscenza? Quante difficoltà hanno dovuto superare coloro le quali sono state capaci di farsi spazio in un mondo che le escludeva per principio?

E forse, insieme, potremmo arrivare a chiederci: cosa ha comportato l'esclusione delle donne dalla conoscenza e dalla ricerca scientifica? È possibile immaginare che facendo fuori, anche solo idealmente, metà del genere umano dalla ricerca, la scienza e la conoscenza abbiamo subito un raffreddamento, una distorsione, una deformazione che in rari casi ne abbia favorito la disumanizzazione quando si siano legate ad una politica, ad una società o ad una economia violente? O è tutta colpa delle donne, come sempre, come nelle "migliori" tradizioni religiose e mitiche? Oppure bisogna trovare la miscela giusta tra ricerca, ricostruzione storica, idee per poter rispondere? Questo è un piccolo contributo. Nello spettacolo infatti non troverete le risposte definitive a queste domande ma troverete un grande entusiasmo e una forte passione per la ricerca; non dissertazioni pompose, lunghi monologhi filosofici o infinite colte citazioni, proprio perché per la delicatezza e la difficoltà dei temi è stato scelto un approccio informale, semplice, fantasioso che scherza e gioca anche con le convenzioni teatrali a cui siamo abituati.

Chi vi accoglierà in teatro? Chi prenderà in mano le redini dello spettacolo per portarvi in un viaggio così periglioso, dalla fine dell'Ottocento a metà Novecento? La Keiros Airlines vi aspetta per scoprirlo...

Ludovica Valeri

.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu