21 gennaio - TEATRO KEIROS

Vai ai contenuti

Menu principale:

21 gennaio

QUESTO MESE > info in dettaglio

Sabato 21 Gennaio ore 21

Ai Watanabe
curriculum

in basso, una carrellata di immagini beethoveniane:
da sin., il compositore all'età di 13 anni (pittore ignoto);  
nei due ritratti del 1804-5 e 1815, entrambi di Joseph Willibrord Mähler;
nel celebre dipinto di Joseph Karl Stieler, 1820;
nel ritratto di Ferdinand Georg Waldmüller, 1823


Per Ludwig

Sonata op. 10  n. 2

Virtuoso dell'aristocrazia viennese, Beethoven dedicò al pianoforte gran parte degli anni 1796-98. Una sonata piena di umorismo ed eleganza, la scrittura pianistica è scarna e limpida, quasi cembalistica.

Sonata op. 31 n. 2 "La Tempesta"
Composta nel 1802, momento di pienezza inventiva e di spirito critico. Beethoven disse al suo allievo Czerny: "Non sono soddisfatto dei lavori che ho scritto fino ad oggi; d'ora in poi voglio incamminarmi per un'altra via".
Una sonata drammatica, narrativa e poetica. Quando il suo segretario Anton Schindler chiese al compositore una chiave per interpretare questa sonata, Beethoven rispose "Leggete la Tempesta di Shakespeare".

Variazioni op. 34
Nascono nello stesso anno in cui è stata composta la sonata "La Tempesta". Sono 6 variazioni su di un tema originale, in diverse tonalità e caratteristiche. Pieni di giochi di ritmo e d'armonia, con eleganza e cantabilità.

Sonata op. 109
La Sonata risale al 1819, al periodo nel quale Beethoven componeva i due colossi sinfonico-vocali della Nona sinfonia e della Missa Solemnis.
In questa Sonata - la prima del gruppo delle ultime tre sonate pianistiche - si definiscono nel modo più evidente taluni connotati del terzo stile di Beethoven: assoluta libertà fantastica che trascende i limiti della tradizionale forma di sonata.

Ai Watanabe

programma

 

Ludwig van BEETHOVEN

 

Sonata op. 10 n. 2
in Fa maggiore
I.  Allegro
II. Allegretto (in fa minore)
III. Presto

 

Sonata op. 31 n. 2  'La Tempesta'
in re minore
I. Largo - Allegro
II. Adagio (in sì bemolle maggiore)
III. Allegretto

 

Variazioni op. 34
in Fa Maggiore

 

Sonata op. 109
in Mi maggiore
I. Vivace, ma non troppo
II. Prestissimo (in mi minore)
III. Andante molto contabile ed espressivo

 

.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu